La gravidanza e la maternità sono eventi che implicano cambiamenti enormi nella vita di una donna, cambiamenti sia fisici che psicologici, a volte difficili da gestire al punto da procurare malessere e disagio.

Oggi le neo-mamme hanno la possibilità di accedere a servizi utili che sostengono ed accompagnano il percorso di preparazione alla maternità con consigli pratici sul parto, l’allattamento e cure di altro genere. Ciò che sembra però mancare è un’adeguata informazione su come nasca e si costruisca la relazione con il proprio bambino, su quali emozioni, difficoltà e crisi possano scatenare la gravidanza e la maternità e soprattutto su come tutto questo possa essere affrontato in maniera efficace ed accogliente.

È comune l’idea che la gravidanza e la maternità si accompagnino ad una condizione emotivo-affettiva connotabile in senso esclusivamente positivo. In realtà, molto più frequentemente questo evento è caratterizzato da una “precarietà emotiva”, derivante dal trovarsi ad affrontare emozioni nuove e difficili da riconoscere. Possono emergere sentimenti di paura, fatica, senso di inadeguatezza e senso di colpa, impotenza e rabbia.

Il percorso di psicoterapia durante la gravidanza e nel post-partum offre la possibilità di analizzare le difficoltà della persona, definendo gli obiettivi perseguibili e programmando un intervento psicologico appropriato, attraverso la costruzione di una relazione accogliente e di uno spazio protetto in cui si possano elaborare i vissuti complessi e spesso dolorosi che la maternità talvolta può attivare.

Il percorso di psicoterapia può essere dunque un punto di riferimento immediato, capace di rispondere ai bisogni psico-relazionali delle gestanti e delle neo-mamme.

Dott.ssa Debora Contino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *